Tel./Fax: 081 4201047 info@fondazioneadastra.it login

RETE SOLIDALE

Rete Solidale

Rete Solidale nasce per volere della Fondazione AdAstra con il fine di promuovere e realizzare sul territorio della Regione Campania iniziative a favore dei giovani, delle famiglie e di chiunque sia a rischio di marginalità sociale, culturale, occupazionale e, favorirne l’istruzione e formazione per l’inserimento nel mondo del lavoro. In quanto Ente morale senza fini di lucro, si propone il compito di promuove l’affermazione della cultura della solidarietà e della legalità diffondendo, i valori della collaborazione e della cooperazione fra gli uomini. L’idea della rete nasce quindi, per promuovere e far condividere l’idea di “fare rete”, mettendo in contatto e coinvolgendo associazioni di volontariato e non, fondazioni, cooperative sociali, ogni tipo di strutture organizzative di tipo sociale con forme giuridiche differenti, soggetti individuali e collettivi, enti pubblici e privati operanti nel sociale, per creare un percorso comune per offrire servizi di assistenza e di aiuto, per aiutare e prevenire tutte le forme di esclusione sociale. Offrire la possibilità di riflettere e condividere alcuni aspetti delle problematiche che gli “esclusi”, la parte più debole della società, si trova a dover affrontare, gestire e vivere nel quotidiano. In tutti i lavori e a tutti i livelli fare rete può e deve essere considerata una risorsa importantissima. Fare rete è prima di tutto un’attitudine mentale e un metodo di lavoro che va e deve essere condiviso, ma è anche credere in processi collaborativi e cooperativi, per raggiungere risultati migliori rispetto a quelli che si possono raggiungere da soli, non perdendo di vista gli obiettivi e la missione. Partendo dalle esperienze concrete e dalle vicissitudini quotidiane, si cercherà di affrontare il concetto di “lavoro di rete nel sociale” ponendosi insieme alcune domande e, insieme cercando le risposte e gli strumenti più adeguati per far fronte e prevenire certe disuguaglianze. Solo con l’unione di più forze, di cooperazione e condivisione si può cercare di “arginare” un fenomeno strutturale come quello dell’esclusione sociale che, risulta non più essere circoscritto a determinate zone e ceti sociali, una struttura quindi non più verticale ma orizzontale e, chi più della Campania in quanto territorio socialmente stratificato, caratterizzato da un’ampia sezione interessata da soggetti emarginati può esserne consapevole.

La gestione integrata dei casi – case management – prevede un network di professionisti che, utilizzando competenze e risorse, cooperano per fornire strumenti volti al superamento del disagio sociale e delle difficoltà. Formare quindi, un gruppo di lavoro che collabora per produrre interventi efficaci. Nell’ottica della prospettiva del lavoro di rete ogni organizzazione non si percepisce come una struttura autosufficiente e distaccata dal sistema ma come parte o nodo di una rete di scambi, in cui il risultato prodotto in proprio diventa ‘materia prima’ o servizio di consulenza per il prodotto di un altro e, tutti questi prodotti parziali confluiscono in un risultato globale. Interagire affinché le situazioni di bisogno non siano risolte solo attraverso lo sforzo tecnico e formale dei servizi ma anche attraverso l’azione congiunta di altre relazioni di aiuto formali ed informali.
Bisogna, dunque, trovare un modo per tenere in collegamento i diversi servizi che potrebbero essere coinvolti: una rete che raccolga le risorse necessarie per dare risposte efficienti.

La fondazione AdAstra si prefigge i seguenti obiettivi:

  • Strutturarsi in una rete capace di scambiarsi informazioni e servizi.
  • Gestire insieme iniziative e servizi di scala superiore a quella di ogni singola associazione.
  • Consentire la conoscenza della composita realtà locale, provinciale e nazionale.
  • Collaborare per la preparazione di progetti europei.
  • Cooperare con altri coordinamenti di associazioni già esistenti per dare forza alle azioni intraprese.
  • Creare la mentalità del confronto, della concertazione e dell’integrazione fra i diversi servizi territoriali e, soprattutto, fra gli Enti pubblici e quelli di privato sociale che permetterebbe di rispondere in modo unitario ai bisogni emergenti.

Il composito quadro delle associazioni già aderenti alla Rete Campania Solidale, alcune molto piccole o estremamente giovani, altre importanti e con una lunga esperienza, permette e la impegna a svolgere il proprio ruolo tenendo conto delle diverse esigenze, favorendo l’interscambio di esperienze tra gli aderenti, finalizzate alla realizzazione di specifici progetti.

Sembrano questi i primi passaggi necessari per dare vita ad una struttura collettiva capace di tutelare gli enti che ne fanno parte, di dialogare con le amministrazioni locali, di fornire un contributo per la definizione delle politiche sociali.

Responsabili:   E – mail : solidale@fondazioneadastra.it

ADERENTI ALLA RETE

 

LINK UTILI